Se la carriera da professionista di Zinedine Zidane

Se la carriera da professionista di Zinedine Zidane ha fatto un film, i critici avrebbero portato per il numero di luoghi comuni e svolte prevedibili, e la setta BadComedian’a avrebbero ricevuto una serie di rivelazioni di molte ore. protagonista carismatico salva il mondo e va verso il tramonto, non proprio salutare – spettatori pieni di lacrime ruggire, ma capiscono che è necessario. Che mossa battuta.

Nella vita tutto è molto più fresco, perché non è sceneggiato. Quando è venuto a Zidane “Real”, dopo Benitez, la maggior parte dei fan temevano che l’eroe della loro infanzia zaporet tutti e bella favola non funzionerà. L’anno scorso, sulla scia di parlare della grandezza di Buffon, che è durato tutta la sorteggio di Champions League, pochi credevano che calva francese riesce a quello che non potevano né Ferguson né Guardiola o Mourinho – per difendere il titolo.

Quest’anno, il “vero” profetizzato il declino dell’impero – non può essere dominato da europeo, se si perde, “Girona”, con partenza dalla coppa di “Leganés” in ritardo “Barcelona” nello spazio di 17 punti. E il vecchio Cristiano Ronaldo, cristallo Bale e Benzema – log. Eppure …

Caro PSG, organizzato dal “Juventus” con esperienza “Bavaria” perso questo vecchio e malandato “reale”, che motivare e qualcosa potrebbe avere avversari solo forti – sul diseredato era difficile raccogliere. La vittoria del “reale” si è sviluppato da un mucchio di alcuni fattori del tutto estranei: infortuni e Neimar Noyer, Benat sopraelevazione e la viltà / Michael Oliver coraggio, follia Ulrayha e Carius, fortuna sfacciata.

Naturalmente, dietro a tutto questo ci siamo ritrovati ancora e gli obiettivi infinite Ronaldo salva Navas, scoperte astuzia e geniale Ramos Marcelo. E Zidane era dietro di esso – che è di due anni e mezzo era troppo impercettibile per club più pretenzioso nel mondo ha riconosciuto la sua squadra. Ora che se n’è andato, devo ammettere – il “vero” in cui tutto è accaduto come se di per sé, era il “reale,” Zidane.