E lasciare che “Hamburg” sia ancora andato in Champions League

E lasciare che “Hamburg” sia ancora andato in Champions League, Ailton ha già cambiato la squadra. “Hamburg” non voleva un “Besiktas” tipo brasiliano. Di conseguenza, era nella “Crvena Zvezda”, dove è diventato un campione, anche se ancora una volta non ha giocato nulla.

Poi è arrivato l’affitto a Grasshopper da Zurigo. Qui ha segnato otto gol in 14 partite, che non erano ancora sufficienti.

Questa è una triste e precipitosa caduta per un uomo che molti consideravano una stella e un grande talento. Era il miglior attaccante della Germania, ma ora il suo trofeo “Toryegerkanone” per un numero record di goal è stato messo all’asta su eBay. Un po ‘di più, e la ricompensa sarebbe andata per 600 mila euro, ma 80 minuti prima della fine dell’asta è stato deciso di chiudere. Inventò di vendere l’ex agente trofeo Werner Helleckes, che sosteneva che il brasiliano gli doveva centinaia di migliaia di euro.

Il brasiliano è sempre stato attratto e attratto dalla Germania “nativa”, e nel 2007 è stato firmato dai nuovi arrivati ​​della Bundesliga “Duisburg”, che non erano spaventati dalle dimensioni crescenti dell’attaccante. E qui – un fallimento. Questa volta è stato impedito da Manasse Ishiku che suona. Rendendosi conto che non c’è speranza, Ailton ha chiesto di partire ad ottobre. Dopo essere tornato in ritardo per il ritiro, è stato deciso di rilasciarlo a febbraio. Per nove partite – solo un gol, segnato simbolicamente su “Weserstadion”, dove il brasiliano ha alzato le mani, come se si scusasse. Forse i fan di “Duisburg” erano contenti di lui e non lo erano, ma i tribuni del loro nativo Verdun si sono ricordati del loro animale domestico e hanno organizzato una standing ovation.

In seguito, la carriera di Ailton ha ripetuto molti altri simili: Ucraina, Austria, Brasile, Cina e ancora Germania nel 2010.