Colin Montgomerie si arrampica sulla sabbia aperta per mantenere la calma

 

Erano le 6.22 del mattino, l’isola di Arran era a malapena un contorno attraverso il Firth of Clyde, il sole era spento e la rugiada era a terra.Era un’ambientazione idilliaca, il silenzio rotto solo dalle occasionali grida di “Come on Colin” mentre si avvicinava al cavalletto sul lato del 1 ° tee e un ruggito quando uscì dal tunnel sottostante per unirsi ai suoi compagni di gioco, Luke Donald e Marc Leishman, per colpire il primo colpo e ottenere il 145 ° Open Championship saldamente in corso. La prima visione a vite senza fine di Sky cattura gli uccellini sul debutto Open | Barry Glendenning Per saperne di più

Lo stand era pieno per più di mezz’ora e gli spettatori erano allineati sul lato sinistro del fairway fino al green, pronti per l’inizio, questo in modo univoco da essere ha preso il via il figlio più famoso di Troon, un 53enne che ha superato le qualifiche locali per contestare il suo 22 ° Open e il suo primo dal 2010.

Questo è arrivato alle 6.35 del mattino dopo il nuovo debuttante, David Lancaster, chi sostituisce l’ormai in pensione Ivor Robson, dà il benvenuto agli spettatori e chiama i nomi dei giocatori. “C’erano dei nervi, certo che c’erano”, ha detto Montgomerie. “Ma ho scavato in profondità nei miei modi in Ryder Cup, dove avevo guidato il tee due volte in single, tre o quattro volte nei quartetti.Era quel tipo di sentimento. ”

Quello che seguì fu il classico Monty. Dopo aver trovato il semi-ruvido a sinistra del fairway e allontanarsi dal secondo colpo per chiedere a una banca di fotografi di desistere, ha preso di nuovo la sua posizione e ha spalato il secondo colpo nel bunker anteriore sinistro. Poi si girò per protestare con qualcuno sul retro della tribuna 18.

Monty è un uomo che potrebbe essere disturbato da una farfalla in un campo adiacente e in questo caso ha percepito il suono di un tecnico rimuovendo i sacchetti di plastica dai punti Wi-Fi nella parte superiore del supporto.Il suo equilibrio mattutino era stato disturbato e, a peggiorare le cose, quando arrivò al bunker scoprì che la sua palla era sepolta in faccia e praticamente ingiocabile.

Gli ci vollero due colpi per uscire, il secondo ha giocato dalla sua impronta dal primo sparo e lontano dal buco. Un grande chip e putt ha poi recuperato un doppio bogey.Donald e Leishman fecero gli uccellini, naturalmente, e lo scozzese era in tre dopo una buca. “Il colpo migliore che ho colpito, probabilmente uno dei migliori scatti della mia vita, è stato il quarto tiro fuori dal bunker al 1 °”, ha detto Montgomerie. “Nessuno sul campo avrebbe avuto il primo eliminato.”

Poi è arrivata una serie di cinque birdie in sette buche dal 3 °, quella al 4 ° di un 25 piedi e il suo sforzo al francobollo aiutò con conoscenza locale, il suo t-shot sparato indietro a sinistra del green e rotolò giù per il pendio a quattro piedi a destra dello spillo.L’uccellino al nono, il suo ultimo round, lo ha portato in cima alla classifica alle tre sotto, al fianco di Sanghee Lee della Corea del Sud. “Ho avuto una rapida occhiata,” disse Montgomerie, “e pensavo che andasse tutto bene.”

Doveva rimanere lì per 30 minuti, durante il quale un paio di ciclisti, un cane e una manciata di gente del posto guardato dall’altra parte della linea ferroviaria mentre si allontanava in modo sicuro al pericoloso undicesimo. Lasciò il suo secondo colpo corto e tre colpi da lì, con i ciclisti che stavano ancora testimoniando dall’altro lato della linea.

Da lì in avanti c’era un caso di aggrapparsi. Un magnifico tiro da 40 piedi sul 13 ° green par salvò, anche se cedette un colpo al successivo quando un ferro da cinque dal tee si alzò corto e dietro un bunker.Un bogey six al 16 ° potrebbe essere stato peggio, dopo aver hackerato il suo secondo colpo da un brutto colpo e volando con la palla verso l’ustione. Ma rotolò attraverso una passerella e dopo aver chiesto una sentenza su una caduta libera come il suo piede destro sarebbe stato sul ponte quando giocò – un’ostruzione immobile all’interno di un ostacolo – decise comunque di provare a raggiungere il green da dove giaceva con un autista. Ma non è potuto arrivare lì.

Un’altra grande parata al 18, dove ha avuto un lato corto e ha fatto un 20 piedi dopo aver scavalcato il bunker anteriore sinistro e oltrepassato il buco, assicurandosi un livello 71, fuori in 33 e indietro in 38, due colpi meglio di Donald e tre meno di Leishman. Il giro aveva impiegato quattro ore e quattro minuti, le bandiere dietro il cavalletto erano un po ‘più vivaci, e il gruppo dietro di loro aveva due buche alla deriva.Classico Monty in effetti.